Una nuova aristocrazia è nata negli Usa

Le differenze sociali sono in continuo aumento e consentono la nascita di nuove élite non basate sul merito ma sul consolidamento della ricchezza e sul privilegio di trasmetterla ai propri figli a scapito degli altri, che incontrano sempre maggiori difficoltà a migliorare la propria condizione. Una tendenza che dagli Stati uniti si sta diffondendo in molti altri paesi

La terza rivoluzione della conoscenza

Diffusione crescente dell’intelligenza artificiale e dell’economia creativa, maggiore consapevolezza del diritto di accedere alle fonti primarie di informazione. Per soddisfare le diverse esigenze di una società in continua trasformazione scuola e università dovranno realizzare dei nuovi modelli di apprendimento continuo in grado di rispondere alle diverse richieste delle persone

Ridurre le emissioni non basta più

Nonostante l’accordo sul clima di Parigi i gas serra sono tornati ad aumentare e mettono a rischio la vita sulla terra. Per tenere sotto controllo il riscaldamento globale è indispensabile non solo diminuirne i flussi ma soprattutto rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera. Idee, riflessioni e proposte per evitare che il pianeta possa andare incontro alla catastrofe

La prima guerra mondiale non è ancora finita

Quale rapporto lega la catastrofe siriana, l’inesauribile conflitto tra Israele e Palestina, il populismo di Viktor Orbán, l’espansionismo russo in Ucraina e il caos nei Balcani? Lo storico Robert Gerwarth nel libro “La rabbia dei vinti. La guerra dopo la guerra 1917-1923” ci suggerisce un’inedita chiave di lettura per comprendere l’attuale, complessa situazione internazionale

Il mondo di domani è intorno a noi

L’universo sensoriale rivelato dalla più recenti conquiste della meccanica quantistica e dalla tecnologia vocale ci consente di interagire in modo diverso con le persone e gli oggetti che ci circondano, di provare nuove emozioni nel corso delle nostre azioni quotidiane, di avere il controllo di parole, suoni e immagini. Indizi di interazione e di dialogo con un futuro in divenire.

Ritorna la disobbedienza civile

Perdita di valori, impotenza della politica, limiti imposti alla sovranità nazionale cui si uniscono dubbi sulla legittimità popolare e timori sul populismo, fino a evocare i fantasmi del fascismo. In tutto il mondo la democrazia e i diritti delle persone attraversano una profonda crisi. Ma è un problema di scarsa consapevolezza dei cittadini o di un neoliberismo troppo invasivo?

Affrontare (e vincere?) la rivoluzione hi-tech

I “bot” prenderanno progressivamente il nostro posto nelle attività produttive e nei servizi, o riusciremo a servici delle tecnologie più avanzate per conquistare nuovi traguardi in campo economico, tecnico e scientifico? In un’epoca segnata dalla rivoluzione delle conoscenze, potremo raggiungere questi obiettivi fondamentali a patto di ripensare in modo radicale la nostra preparazione culturale e fare evolvere i concetti di educazione, formazione e welfare.

Dramma in tre atti. Andiamo (inconsapevoli) verso la catastrofe?

Riduzione progressiva e forse irreversibile dei ghiacciai dell’Artide, inquinamento profondo degli oceani, depauperamento e mutazione delle barriere coralline, sono le cause principali del pericoloso impoverimento del nostro habitat, che potrebbe raggiungere il punto di non ritorno in un breve periodo di tempo. Analisi e proposte per ritrovare l’equilibrio perduto.

Un futuro migliore, ma non per tutti…

La rivoluzione della robotica favorirà la ripresa economica o la grande stagnazione che stiamo vivendo porterà al declino, all’esclusione sociale e al collasso della democrazia? Il potere della finanza e l’automazione del lavoro ci stanno conducendo a un sistema “jobless growth”, a una crescita senza occupazione? La ricchezza sarà condivisa o sempre più concentrata? Alec Ross, Kevin Kelly, Mariana Mazzucato e Michael Jacobs, ipotesi e tesi a confronto.

1234